“Deep Shadows” o, ancor meglio, “Nautic Walking” se preferite il nuovo orientamento quattro quarti di Cuthead, sono le perle di “Everlasting Sunday”, il nuovo EP / quasi-album firmato da Robert Arnold.

Elettronica intelligente e senza confini quella del produttore di Dresda. Uno che in piena crisi economica si mette a scavare a cielo aperto negli archivi del proprio background musicale, passando per le strade polverose e interminabili del vecchio movimento underground della Germania dell’Est. Gli archivi parlano per lo più di hip pop, breakbeat, house acida e gonfia di bassi, melodie jazz e sonorità grezze, quasi preistoriche. Senza rinunciare a irrobustire i suoi temi tradizionali con possenti dosi di classe esecutiva, fantasia e mestiere, Cuthead si avvicina con la testa sulle spalle e la schiena dritta a questo nuovo modo di fare elettronica.

Read more…

Cuthead Soundwall Review